Home Cultura Celebrazioni Mercadantiane

Celebrazioni Mercadantiane

by Autore Esterno

È stato presentato in videoconferenza il programma di eventi per il 150° anniversario della morte di Saverio Mercadante. Il Comune di Altamura e il conservatorio di Napoli hanno ideato questo programma per far nuovamente luce sul musicista e compositore altamurano, prestigioso allievo, didatta e direttore del Conservatorio di Napoli, senza dimenticare gli altri musicisti altamurani, Giacomo Tritto e Vincenzo Lavigna che con profili diversi, hanno contribuito alla gloria della città “musicalissima”.
Il programma prevede un convegno internazionale “Mercadante 1870-2020” ed una serie di concerti.
Saverio Mercadante vive nella nostra mente all’ombra degli impareggiabili Rossini, Donizetti, Bellini e Verdi. In un tempo in cui i teatri erano invasi da grandi artisti, gli era assicurata una sopravvivenza segnata da un favore altalenante fatto di successi e “compatimenti”.
Eppure i “materiali” disegnano qualcosa di molto diverso, come si cercherà di illustrare nel corso di quest’anno di rilancio degli studi sul compositore di Altamura.
La Napoli del musicista fu soggetta a trasformazioni storico-sociali che si riverberarono anche sul panorama musicale partenopeo, italiano ed europeo.
Saverio Mercadante seppe degnamente rappresentare la cosiddetta “scuola musicale napoletana” e fu testimone di cambiamenti politici epocali che segnarono non poco la vita della città d’elezione. “Queste iniziative serviranno ad accendere i riflettori su Saverio Mercadante ed anche sulla ricca tradizione musicale incarnata da altri musicisti e compositori come Giacomo Tritto e Vincenzo Lavigna, espressione della nostra Altamura, per consegnare a nuove generazioni di artisti questa grande eredità” ha sottolineato l’Assessore alle Culture del Comune di Altamura Nino Perrone.
“Altamura restituisce la dovuta attenzione a Saverio Mercadante, illustre concittadino, figura centrale della storia musicale italiana ed europea. Attraverso questi eventi ci poniamo l’obiettivo di far conoscere il musicista e compositore altamurano non solo con momenti di studio e di approfondimento, ma anche oltre la celebrazione del 150° anniversario della sua morte, con attività destinate a rendere noti, ad una vasta platea, l’artista ed il suo rapporto con la Città” ha dichiarato la Sindaca Rosa Melodia.
Il convegno internazionale
Si articolerà in quattro sedi legate alle vicende artistiche del Maestro: Napoli, Milano, Vienna e Altamura:
• a Napoli presso il Conservatorio di Musica San Pietro a Majella (1-3 ottobre),
• a Vienna presso l’Istituto Italiano di Cultura (20-21 ottobre),
• a Milano al Teatro alla Scala (30 ottobre)
• ad Altamura presso il Teatro Mercadante (13-14 novembre).

Alle giornate di studio, curate da Antonio Caroccia e Paologiovanni Maione, parteciperanno illustri studiosi nazionali e internazionali chiamati a rilanciare gli studi sul compositore altamurano, tra gli altri, Jürgen Maehder, Massimo Fusillo, Paolo Fabbri, Alessandro Roccatagliati, Antonio Rostagno, Francesc Cortés, Victor Sánchez Sánchez, Michael Wittmann, Paola Besutti, Emilio Sala, Alberto Rizzuti, Gerardo Tocchini, Michele Nitti. I convegni saranno trasmessi anche in streaming sui canali YouTube e Facebook del Conservatorio San Pietro a Majella e del Comune di Altamura.
Per questo anniversario il Conservatorio napoletano ha approntato anche un pregevole opuscolo divulgativo, con rare immagini dei tesori mercadantiani custoditi nella biblioteca, nell’archivio e nel museo dell’Istituto.
Le manifestazioni, promosse e sostenute dal Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli e dal Comune di Altamura rappresentati rispettivamente dal suo Direttore Carmine Santaniello e dalla Sindaca Rosa Melodia, si avvale di un comitato internazionale presieduto da Riccardo Muti e rappresentato da prestigiose istituzioni: Regione Campania, Comune di Napoli, Teatro alla Scala di Milano, Teatro di San Carlo di Napoli, Teatro Stabile della Città di Napoli, Teatro Nazionale, Teatro Mercadante di Altamura, Università degli Studi di Napoli Federico II, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli, Università degli Studi di Bari, Università degli Studi di Teramo, Università degli Studi di Milano, Georgetown University di Washington, Universität Wien, UniversitatAutònoma de Barcelona, Universidad Autònoma de Madrid, Universitade Nova de Lisboa, Istituto Italiano di Cultura di Vienna e la Fondazione Istituto Italiano per la Storia della musica.
I concerti
Si terranno a Napoli, Vienna e Altamura. Saranno eseguite musiche di Mercadante e di altri autori ottocenteschi:

Related Articles

Leave a Comment